Passa ai contenuti principali

Post

Trattative in corso tra FIDEF e la Federazione Lavoratori Atipici (FLA) della CONFAL, per la stipula di “Accordo Quadro” che regola il rapporto di lavoro.

Trattative in corsotra FIDEF e la Federazione Lavoratori Atipici (FLA) della CONFAL, per la stipula di“Accordo Quadro” che regola il rapporto di lavoro.
Si è svolto il primo incontro FIDEF  e la  Federazione Lavoratori Atipici (FLA) della CONFAL, per  concordare la stipula di Accordo Quadro che regoli il rapporto dei lavoratori atipici,   La stipula  dovrà effettuarsi entro il 31 marzo 2019, e sarà convenzionalmente  considerata a valere dal 1 settembre 2018.
Il Segretario Generale della CONFAL nel suo intervento ha ribadito la centralità dell’ "Accordo Quadro" che regoli i Contratti di Lavoro Nazionali,  auspicando “che vengano stabilite regole precise, tenendo conto di un sistema che è in perenne e continua evoluzione, e tenga  in dovuta considerazione i mutamenti e l’avvento delle nuove tecnologie”. L’accordo quadro dovrà garantire al personale del comparto condizioni di lavoro più trasparenti e prevedibili per i lavoratori atipici. Prevedere una più ampia tutela dei loro di…
Post recenti
FATTURAZIONE ELETTRONICA per  le scuole che operano in esenzione IVA 
facendo seguito alle richieste di chiarimenti, si evidenzia quanto segue: la presente risposta e scaricabile anche dal sito web  www.fidef.it  i Dal 1° gennaio 2019 per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate, se richiesta, va emessa esclusivamente la fattura elettronica, utilizzando il Sistema di Interscambio (SdI) e secondo il formato XML. Per le ScuoleedEntiche operano in esenzione IVA è’ opportuno premettere che le prestazionipreviste dall’art. 10 c.20 del D.P.R. 633/72(corsi di lingue,formazione professionale, ecc.) rese da Istituti e Scuole i cui corsi sono riconosciuti da Pubbliche Amministrazioni (MIUR, Centro Scolastico Regionale, Agenzia Entrate, Regioni, ecc.),sono esenti da IVA (1). Pertanto per le predette operazioni le Scuole possono optare, ai sensi dell’art. 36 - bis DPR 633/72, per la dispensa dagli adempimenti connessi alla fatturazione ed allaregistrazione. Resta fermo l’obbligo di emi…

TEST - Esami di Certificazione - Esenzione IVA art. 10 D.P.R. 633/72

Oggetto: Esami di Certificazione - Esenzione IVA art. 10 D.P.R. 633/72In merito alla problematica circa l'esenzione dell'IVA sull'erogazione degli esami, già oggetto della ns. circolare del 13 u.s., si comunica che il provvedimento è stato (finalmente) firmato dal Direttore della Direzione Centrale Coordinamento Normativo dell'Agenzia delle Entrate.

Con il predetto provvedimento, l'Agenzia delle Entrate ha recepito quanto sostenuto dalla FIDEF sull'applicabilità dell'esenzione IVA anche sull'erogazione di soli esami. Ha pertanto conformato il trattamento fiscale, come richiesto e sostenuto dalla FIDEF, a quello già in atto in molti Stati dell'UE (principio generale sulla parità di trattamento ed adeguamento alle Direttive Comunitarie).

Il provvedimento della Direzione Centrale - Normativa, ha visto la luce a seguito della specifica richiesta, prodotta e documentata dalla FIDEF in data 24 Febbraio 2017. Emanando il provvedimento in parola, si disciplin…

Esenzione IVA Scuole - Semplificazione in materia di tenuta di registri contabili

Semplificazione in materia di tenutadi registri contabili
D.P.R. 7 dicembre 2001, n. 435 Art. 12.Semplificazione in materia di tenutadi registri contabili 1.I soggetti di cui all'art.13, comma primo, del decreto del Presidentedella Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, che tengono i libri di cui all'articolo 2214, primo comma, del codice civile, hanno facolta' di non tenere i registri prescritti ai fini dell'imposta sul valoreaggiunto di cui al decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre1972,n. 633, ed il registro dei beni ammortizzabili di cui all'articolo16 del medesimo decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, a condizione che: a)leregistrazionisianoeffettuatenellibro giornale nei terminiprevistidalladisciplina dell'imposta sul valore aggiunto peri relativi registri e nel termine stabilito per la presentazione della dichiarazione per il registro dei beni ammortizzabili; b)su richiesta dell'Amministrazione finanziaria, siano for…

FIDEF - Esami - Enti in possesso di Autorizzazione esenzione IVA del MIUR o Agenzia Entrate - Art.10 D.P.R. 633/72

Esami - Enti in possesso di Autorizzazione esenzione IVA del MIUR o Agenzia Entrate - Art.10 D.P.R. 633/72 Circolare
Esami - Enti in possesso di Autorizzazione esenzione IVA del MIUR o Agenzia Entrate - Art.10 D.P.R. 633/72
Napoli li, 13 Marzo 2018 La scrivente Federazione, ai fini dell’applicazione dell’esenzione IVA da parte degli Enti in possesso della “Presa d’Atto” del MIUR o della risposta favorevole all’Interpello prodotto l’Agenzia delle Entrate, si sta adoperando da oltre un anno (febbraio 2017), affinché la Direzione Centrale Normativa dell’Agenzia delle Entrate, in considerazione dell’ulteriore onore (IVA) posto a carico di chi richiede di sostenere i soli esami tesi alla Certificazione, interpreti favorevolmente per l’esenzione dell'imposta anche per coloro che, non frequendono i corsi autorizzati. Conseguentemente, in accoglimento di detta richiesta, si vada a stabilire ed a chiarire che:"anche l’erogazione dei soli esami, si possa usufruire dell’esenzione Iva come pr…

Obbligo dello “split payment” per cessioni di beni o prestazioni di servizi nei confronti di enti pubblici,obbligati, a trattenere l’IVA sulle fatture ricevute, nell’effettuae ii pagamento.

Obbligo dello “split payment”per cessioni di beni o prestazioni di servizi nei confronti di enti pubblici,obbligati, a trattenere l’IVA sulle fatture ricevute, nell’effettuarne ii pagamento. Lo split payment è un meccanismo antifrode, la cui concreta applicabilità è correlata all’obbligo di esposizione dell’IVA in fattura, in base alle regole previste dal  dal D.P.R. 633/73 La Legge di Stabilità 2015 (Legge 190/2014), pubblicata con GU n°300 del 29 dicembre 2014, ha introdotto un nuovo regime Iva denominato "split payment" da utilizzarsi a partire dal 1°gennaio 2015 in caso di cessioni di beni o prestazioni di servizi nei confronti di enti pubblici. In data 30 gennaio 2015 è stato firmato il Decreto MEF del 23 gennaio 2015, con cui viene data attuazione a tali disposizioni. In particolare, il nuovo art.17-ter del DPR 633/1972, introdotto dal comma 629 lettera b) della Legge di Stabilità 2015 ed intitolato "Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici" sia che…